• La Conferenza Informativa gratuita sarà martedì 14 giugno
  • Avvocati ed Esperti dell’Associazione spiegheranno ai danneggiati dal Dieselgate come ricevere un risarcimento per i danni subiti
  • In Italia vi sono più di 680.000 veicoli coinvolti nel Dieselgate

Pisa, 8 giugno 2016 – Nel settembre del 2015 è scoppiato negli Stati Uniti lo scandalo del Gruppo Volkswagen conosciuto come Dieselgate. Il Gruppo VW (Volkswagen, Audi, SEAT, Škoda Auto e Porsche) confermò che stavano circolando in tutto il Mondo circa 11 milioni di veicoli diesel con installato illegalmente un software di manipolazione progettato per aggirare le normative ambientali sul limite delle emissioni di Ossido di Azoto (NOx) e di inquinamento da gasolio (CO2).

 In alcuni paesi i proprietari danneggiati hanno intrapreso azioni legali contro il Gruppo VW, richiedendo i danni sofferti a causa dell’inquinamento, dell’alterazione del consumo di carburante ed anche per la perdita di valore dell’automobile stessa.

 Oggi i responsabili del Gruppo Volkswagen in Italia hanno negato un risarcimento economico per i veicoli coinvolti, mentre negli Stati Uniti il Gruppo sta risarcendo ogni proprietario con 5.000 Dollari a testa. Anche il Governo italiano, col ministro Guidi prima e il ministro Delrio poi, si era impegnato a tutelare i consumatori che avevano acquistato un’autovettura del Gruppo Volkswagen. Ad oggi, però, niente è stato fatto In più, lo stesso Gruppo VW rifiuta ogni confronto con le varie Associazioni che rappresentano i Consumatori.

Avvocati ed Esperti dell’Associazione APDEF il 14 giugno a Pisa presso l’Hotel NH (piazza della Stazione, 2) spiegheranno ai proprietari dei veicoli Volkswagen, Audi, SEAT, Škoda Auto e Porsche coinvolti nel Dieselgate, come ottenere un risarcimento per i danni subiti.

Interverrà alla Conferenza il Presidente della APDEF, Francesc G. Rafanell, e gli Avvocati della sede di Pisa, Irene Saba , Isabella Saba e Pietro Galeone.

 L’Associazione APDEF (Associazione Europea per la Difesa dei Diritti dei Consumatori, associazione senza fini di lucro) è la prima organizzazione in Europa che rappresenta i diritti delle “vittime“ del Dieselgate. In Spagna ed in Francia già più di 1.000 persone si sono rivolte all’APDEF per intraprendere un’azione legale contro il Gruppo Volkswagen per frode, pubblicità ingannevole e inquinamento ambientale. L’APDEF in Europa conta già più di 7.000 associati e, tramite i propri legali, patrocina più di 6.000 cause per un valore complessivo di 125 milioni di Euro. Ad oggi, più di 3.500 procedimenti giudiziari si sono conclusi positivamente, permettendo ai propri Associati danneggiati di recuperare 60 milioni di Euro.

Con la Conferenza di Pisa del 14 giugno l’Associazione APDEF si rivolge per la prima volta ai 680.000 proprietari di veicoli del Gruppo Volkswagen italiani per spiegare come ottenere il risarcimento di tutti i danni subiti.